Lettera del Presidente

"Consorzio di bonifica" è un termine che induce a ricordare immagini di paludi prosciugate ed estese superfici messe a coltura, con la presenza di piccoli centri agricoli.

Non è sufficientemente conosciuto che la funzione odierna della bonifica ha assunto caratteristiche del tutto nuove che si possono riassumere nel concetto di strumento ordinario di gestione territoriale.

Il territorio della pianura Veneta, ed in particolare l'Alto Vicentino, è stato trasformato dalla grande urbanizzazione e dallo sviluppo di vaste aree produttive e commerciali, costringendo i Consorzi di bonifica, e quindi anche il Medio Astico Bacchiglione, a diversificare ed allargare in modo sostanziale le funzioni istituzionali originarie.

In tal senso, pur mantenendo i compiti inerenti la gestione e la manutenzione dei corsi d'acqua e delle opere di bonifica ed irrigazione, il Consorzio si fa carico, per effetto di recenti leggi regionali, di azioni di tutela e gestione del territorio, migliorando la pianificazione degli strumenti urbanistici, conservando al tempo stesso le risorse idriche, il patrimonio ambientale e paesaggistico, intervenendo a salvaguardia delle acque dagli inquinamenti, ma soprattutto rispondendo alle mutate esigenze del comprensorio con azioni di sicurezza idraulica, per le quali cerca il coinvolgimento e la collaborazione degli Enti Locali.

In un ambito territoriale ad elevato rischio idraulico ed ambientale, l'attività del Consorzio Medio Astico Bacchiglione può a buona ragione essere considerata un complesso di servizi di primaria necessità che va a beneficio della collettività e di tutti i contribuenti, sia urbani che agricoli.

                                                                                                                           Francesco Lazzaretti
                                                                                                                       
 Presidente del Consorzio


Compiti ed attività del Consorzio

Il Consorzio di bonifica Medio Astico Bacchiglione è un Ente pubblico economico, amministrato dai propri consorziati, che provvede alla sicurezza idraulica del comprensorio, alla gestione del territorio di competenza, all'esecuzione ed alla manutenzione delle opere pubbliche di bonifica, con particolare riguardo alla sistemazione ed alla conservazione dei corsi d'acqua di drenaggio, dei canali di irrigazione e delle relative opere idrauliche ricevuti in consegna dalla Regione del Veneto con D.G.R. 3186 del 01/09/1998.

Esso costituisce l'associazione obbligatoria dei proprietari degli immobili, ubicati nel comprensorio.
Il Consorzio si sostiene attraverso i contributi consortili versati dai proprietari degli immobili, agricoli ed extragricoli, ricadenti nel comprensorio di bonifica ed irrigazione.

Il Consorzio di bonifica Medio Astico Bacchiglione, costituito con Delibera della Giunta Regionale del Veneto n. 1228 del 7 marzo 1978, è giuridicamente eretto ad ente di diritto pubblico ai sensi dell'art. 59 del R.D. 215/1933 e dell'art. 2 della L.R. 3/1976.

Le attività ricadenti nei compiti istituzionali del Consorzio comprendono:

- la pianificazione territoriale sulla base delle competenze attribuite dal Piano Generale di Bonifica e dal Piano di Classifica;

- la programmazione dei lavori relativa agli interventi manutentori ordinari e straordinari da eseguire sui corsi d'acqua e sui manufatti idraulici consortili;

- lo studio e la progettazione riguardanti la ricostruzione e la realizzazione delle opere di bonifica e di irrigazione, compresa la supervisione e la direzione dei lavori;

- I lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria della rete di drenaggio ed irrigazione mediante interventi di pulizia e riordino dei corsi d'acqua in consegna ed interventi di sistemazione e ripristino delle opere esistenti;

- la realizzazione di nuove opere di drenaggio ed irrigazione finanziate in proprio o in concessione dallo Stato e dalla Regione del Veneto;

- la gestione del servizio irriguo nonché la vigilanza sui prelievi;

- il rilascio di concessioni e licenze idrauliche relative ad opere di iniziativa pubblica e privata lungo i corsi d'acqua consortili;

- il servizio di controllo e pronto intervento in caso di piene ed emergenze idrauliche che prevede la guardiania continuativa 24 ore su 24 e l'allertamento in caso di notevoli eventi meteorologici.

Tutto ciò è riferibile solamente alle attività operative dell'area tecnica del Consorzio, a cui si affiancano le normali attività direzionali, amministrative e di coordinamento, nonché la conservazione del catasto consortile per l'emissione dei ruoli contributivi di bonifica ed irrigazione.

L'attività di gestione e manutenzione del sistema idraulico di drenaggio costituisce il principale servizio pubblico indispensabile a garantire l'esistenza degli insediamenti civili e produttivi e lo sviluppo dei diversi interessi economici e sociali.

L'intervento del Consorzio comprende anche la manutenzione e la gestione delle acque per l'irrigazione dei terreni, necessaria al miglioramento quantitativo e qualitativo delle produzioni agricole.

Questa attività permette l'acquisizione di fondamentali vantaggi anche sotto l'aspetto ambientale ed in particolare il rimpinguamento della falda e la vivificazione dei corsi d'acqua che costituiscono aspetti fondamentali per l'ambiente del comprensorio.

Per far fronte agli oneri di gestione, manutenzione e sorveglianza delle opere e degli impianti, le spese vengono ripartite fra i consorziati in relazione al beneficio derivato agli immobili, dalle opere e dalle attività di bonifica, sulla base del Piano di Classifica approvato dalla Regione del Veneto che identifica e determina il beneficio a favore degli immobili serviti e garantisce un corretto esercizio del potere impositivo del Consorzio.

Alcuni numeri del Consorzio

Corsi d'acqua in gestione e manutenzione 676 Km
Canali promiscui - irrigui in esercizio e manutenzione 202 Km
Impianti idrovori di sollevamento 1
Automezzi 11
Trattori con braccio decespugliatore 3
Escavatori e pale escavatrici 9
Autocarri pesanti con rimorchio 2
Motobarca 1
Dipendenti fissi 33
Comuni compresi totalmente o in parte nel comprensorio 27
Superficie del comprensorio di competenza 38.497 ha
Superficie a contribuenza di bonifica 36.806 ha

PRESENTAZIONE DEL CONSORZIO